proposte di metodi contraccettivi

Parliamo di contraccezione con la Dott.ssa Franca Fruzzetti, Presidente S.I.C.

Lo scorso 26 settembre abbiamo avuto il piacere di ospitare sul nostro profilo Instagram l’evento ’Se ci sei, dalle 6am alle 6pm, parliamo di contraccezione’’, in collaborazione con la campagna informativa My Body Match di Gedeon Richter Italia e, oggi, desideriamo riaccendere i riflettori sull’argomento, e anche i microfoni 😉, grazie alla Dott.ssa Franca Fruzzetti.

La Presidente della S.I.C. (Società Italiana Contraccezione) ha approfondito con noi, nel podcast ‘’4 chiacchiere sulla contraccezione’’, numerosi e interessanti concetti legati all’assunzione di un anticoncezionale, ma anche, e soprattutto, ci ha aiutate a capire a chi affidarsi e e dove rivolgersi per ricevere un consiglio o un supporto in tema contraccezione.

La contraccezione ormonale consapevole: uno strumento utile alla salute e al benessere della donna

Di contraccezione non si parla mai abbastanza, c’è davvero molto da dire e per noi donne, ancora tanto da imparare!  Ecco cosa è emerso durante la puntata del podcast ‘’4 chiacchiere sulla contraccezione’’.

In occasione della scorsa Giornata Mondiale della Contraccezione, che ricorre ogni anno il 26 settembre, sul profilo Instagram di Magazine Femminile si è parlato di metodi contraccettivi e di quanto, quelli ormonali, siano utili non solo a scongiurare gravidanze indesiderate ma validi alleati in ogni fase della vita di ogni donna. In Italia, però, meno del 16% delle donne utilizza la contraccezione ormonale[1], preferendo la pillola tra i diversi metodi in commercio.

I motivi per i quali le donne diffidano dall’uso della contraccezione ormonale sono perlopiù legati a una carente informazione, che genera confusione, dubbi e reticenze sulla loro efficacia, sulle modalità di impiego, sulla loro possibile dimenticanza ed interferenza sul peso corporeo, sulla libido o sulla futura ricerca di una gravidanza, ad esempio.

Tutte incertezze che potrebbero essere risolte affidandosi a fonti autorevoli come il medico di famiglia, il ginecologo oppure al portale S.I.C., sottolinea la Dott.ssa Fruzzetti ai nostri microfoni. Il confronto con i professionisti della salute, infatti, aiuta la donna sia a scegliere il metodo contraccettivo ideale, sia a dissipare qualsiasi incertezza nel suo utilizzo.

[1] Fonte: Atlante europeo della contraccezione

Piedi con calze colorate: concept della campagna sulla contraccezione My Body Match

La scelta contraccettiva? Una questione molto personale

Quando si parla di contraccezione ormonale, però, il pensiero cade innanzitutto sulla pillola anticoncezionale. Forse per il fatto che è stato il primo metodo proposto, la sua assunzione è semplice e i suoi effetti indesiderati si sono ridotti notevolmente grazie ai progressi scientifici. Eppure, la contraccezione ormonale è presente in commercio in differenti soluzioni che, oltre a prevenire una gravidanza indesiderata, possono apportare alla donna numerosi benefici, quali, ad esempio:

  • la diminuzione del flusso mestruale,
  • la diminuzione del dolore mestruale (eccetto nel caso di dismenorrea secondaria, ovvero in presenza di patologie),
  • la diminuzione della sintomatologia premestruale (disturbi dell’umore, gonfiore addominale, ritenzione idrica, riacutizzazione di alcune patologie, come la cefalea, l’epilessia, l’intestino irritabile, etc…)
  • il miglioramento della pelle acneica,
  • la diminuzione della produzione di sebo sulla cute, etc…

Ad oggi, oltre alla pillola, in commercio possiamo trovare l’anello vaginale, il cerotto transdermico, l’impianto sottocutaneo e il sistema intrauterino (IUS). Tutti metodi contraccettivi a rilascio ormonale che, come la pillola, impediscono di fatto il concepimento (se utilizzati nel modo corretto). Anche questi ulteriori strumenti contraccettivi, inoltre, comportano vantaggi sulla salute e sul benessere riproduttivo, sessuale e sociale nella donna.

La pillola viene prescritta nel 50% dei casi per contraccezione, nell’altro 50% per sola terapia oppure terapia più contraccezione.
Dott.ssa Franca Fruzzetti, Presidente S.I.C.

Ad una condizione… che la scelta del metodo contraccettivo sia il risultato di un confronto medico ginecologico, in modo da individuare esattamente quale applicazione sia più idonea al proprio corpo, al soggettivo stato di salute ed esigenza individuale.

L’efficacia di questi metodi è elevata, come quella della pillola ma senza il rischio di dimenticanze e per questo offrono un’affidabilità maggiore. Ci troviamo di fronte, grazie alla ricerca, ad una vastissima gamma di metodi contraccettivi per vivere la sessualità nel miglior modo possibile, nella maniera più serena, per poi decidere quando avere una gravidanza in maniera altrettanto serena.
Dott.ssa Franca Fruzzetti, Presidente S.I.C.

L'anello vaginale, uno dei metodi contraccettivi femminili

La contraccezione ormonale NON protegge dalle malattie a trasmissione sessuale

Proseguiamo la nostra chiacchierata con la Dott.ssa Fruzzetti parlando di malattie a trasmissione sessuale, per le quali i metodi contraccettivi ormonali non offrono assolutamente nessuna protezione: l’unico metodo contraccettivo utile in questo senso è l’utilizzo del preservativo maschile (condom) oppure del preservativo femminile.

Dobbiamo avere paura delle malattie a trasmissione sessuale, perché possono minare la fertilità futura e bisogna proteggerci. Bisogna essere molto pratici e la protezione ce la da solo il condom.
Dott.ssa Franca Fruzzetti, Presidente S.I.C.

A chi rivolgersi per una consulenza ginecologica

Se la contraccezione è ancora un tabù per moltissime donne, soprattutto giovanissime, è anche a causa di difficoltà economiche legate all’affidarsi a un professionista, così come la volontà di non far sapere nulla riguardo la propria vita sessuale e riproduttiva a genitori o famigliari, ma anche la paura del giudizio del medico di famiglia, ad esempio.

Quello che desideriamo che le donne sappiano è che in tutto il territorio italiano sono presenti i Consultori: servizi ambulatoriali ai quali ci si può rivolgere, in modo assolutamente anonimo e gratuito, per qualsiasi necessità medica o informativa. All’interno dei Consultori si è accolte da diverse figure mediche che, a seconda della necessità, mettono a disposizione la propria professionalità per la cura e la consulenza ginecologica, sessuale, riproduttiva e contraccettiva.

Alle ragazze dico: ‘’se non sapete dove andare, andate nei Consultori.’’ Ne esistono anche dedicati ai giovani (…) e in molti di essi viene garantita una contraccezione gratuita.
Dott.ssa Franca Fruzzetti, Presidente S.I.C.

visita ginecologica presso un consultorio

Sul tema della contraccezione ci sarebbe ancora molto da dire e torneremo sicuramente sull’argomento nelle prossime settimane. Intanto, ti piacerebbe approfondire qualche tema in particolare? Scrivilo nei commenti sui nostri social Facebook e Instagram.

Ringraziamo nuovamente la Dott.ssa Franca Fruzzetti per averci fornito una panoramica completa sull’importanza della contraccezione e ti invitiamo ad ascoltare tutto l’intervento direttamente dalla sua voce nel podcast ‘’4 chiacchiere sulla contraccezione’’!

Post tags:
You don't have permission to register