Vai al contenuto principale

“Lui” è finalmente quello perfetto. Quello con cui andare a convivere, pianificare il futuro e, perché no, avere un figlio quando sarà il momento giusto. Ma le relazioni possono finire e ci si può ritrovare a dover fare delle rinunce, anche rispetto al desiderio di diventare madre. Per questo molte donne scelgono di ricorrere all’Egg Freezing, una tecnica che prevede di prelevare i propri ovociti nel periodo di massima fertilità e conservarli in attesa del momento giusto.

Testo estrapolato dall’articolo pubblicato su Grazia “Prima congelo gli ovuli e poi divento mamma”

Elisa Gil, ginecologa e specialista di fertilità alla clinica spagnola Ivi di Saragozza, racconta la sua esperienza: «La prima persona a cui ho praticato il congelamento degli ovociti è stata mia sorella. Aveva 33 anni, era appena uscita da una relazione importante ed era terrorizzata all’idea di non poter più avere un figlio. Poi l’ho fatto io stessa: mi ero resa conto che stavo diventando più anziana delle mie pazienti, così mi sono sottoposta a due prelievi di ovociti, a 33 e a 36 anni. Ora che sono arrivata a 38, e non ho ancora una relazione stabile, mi sento molto più rilassata al pensiero della maternità».”

Per leggere questa e altre testimonianze di donne che hanno scelto la crioconservazione degli ovociti per ragioni non mediche (Egg Freezing), visita l’area news sul sito ➡ www.ilmomentogiusto.org
Un'immagine dell'Oxygen Bar di New Dehli in India
IlMomentoGiusto

OXYGEN BAR

RedazioneRedazione19 Febbraio 2020

Lascia un commento