Vai al contenuto principale

Paese che vai, usanze che trovi. Soprattutto quando si parla di festività. In Islanda, terra di tradizioni e di attività intellettuali, conosciuta proprio per il suo patrimonio letterario, è consuetudine regalare libri a parenti e amici la notte della Vigilia, per poi passare le successive ore a leggerli tutti insieme. Magari avvolti dalla calda atmosfera del camino acceso e dalle mille luci natalizie.

Jólabókaflód, un nome decisamente impronunciabile, ma carico di significato. Così si chiama questa usanza islandese, che significa “alluvione, inondazione di libri natalizia”, rigorosamente cartacei! Anche nell’era digitale, la carta stampata rimane per questo popolo l’unico mezzo possibile attraverso il quale diffondere la cultura. Sfogliare tra le dita le pagine, annusarne l’odore, infilarci il segnalibro preferito… è una sensazione unica per chi apprezza la lettura.

Se sei alla ricerca degli ultimi regali di Natale, un libro è sicuramente un dono sempre apprezzato. Soprattutto se lo si personalizza con una dedica speciale.

Felice Vigilia di Natale a tutte…

Lascia un commento